STAY COOL. BE SOCIAL.

martedì 15 gennaio 2019

Infinite Dynamics. Alla Galleria Triphè di Roma, la mostra del fotografo Maurizio Gabbana.




Infinite Dynamics - Maurizio Gabbana
dal 25 Gennaio al 31 Marzo 2019

Galleria Triphè, via delle Fosse di Castello 2, Roma



Leggerezza, rapidità, esattezza, molteplicità e visibilità sono, per Italo Calvino, i parametri base del codice di comportamento letterario del terzo millennio. Invarianti letterarie che Maurizio Gabbana sembra aver traslato nel suo mondo fotografico.
Gabbana opera, innanzitutto, dissolvendo la compattezza degli oggetti, sottolineando la sua passione per il Futurismo con quella "Molteplicità" ottenuta mediante sovrapposizioni e rotazioni utili a conferire dinamismo e "Leggerezza" alle immagini. Il "Dinamismo di un cane al guinzaglio" di Giacomo Balla sembra essere, così, un riferimento costante. 



L'oggetto della fotografia è decostruito, in linea con il pensiero filosofico di Derrida. È un modo forte, incisivo, per comunicarci con l'arte del messaggio fotografico che la semplicità è spesso fonte di inganni; si deve andare oltre la semplice apparenza, la prima impressione, analizzando e comprendendo quanto di complesso si cela dietro ogni messaggio semplificato.
Gabbana, però, nel sostenere di vivere la città percorrendola a piedi, attraversandola, opera un processo di ritorno: da un lato scompone, analizza i singoli episodi, dall'altro li ricompone interiormente e fotograficamente con una azione cognitiva e percettiva gestaltica.
È l'artista che immergendosi totalmente nello spazio della città, nel suo tessuto urbano, lo ricostruisce con una lettura Lynciana riconnettendo quei punti di riferimento, slarghi e margini prima decomposti: fa emergere, così, tutto il dualismo tra semplice e complesso. Una operazione mentale e artistica, quella di Gabbana, ancor più interessante per la sua capacità di leggere gli spazi interni.

 
Nelle sue opere fotografiche emerge tutta la loro flessibilità, il loro essere materia reale, oscura, attraversabile, plasmabile, dove tutto, spazio stesso tempo e luce diventano ora curvi ora rettilinei, rendendoci fotograficamente, in sinergia, la loro organicità.


Testo a cura di Maria Laura Perilli       
 
ufficio stampa: Frattura Scomposta | info@fratturascomposta.it | www.fratturascomposta.it      


via delle Fosse di Castello 2, Roma
contatti: 366 11 28 107 | info@triphe.it | www.triphe.it 

East Market, domenica 20 gennaio torna l'appuntamento col vintage.

Al via domenica 20 gennaio un nuovo appuntamento con East Market, il mercatino vintage milanese dedicato a privati e professionisti, dove tutti possono comprare, vendere e scambiare. 300 selezionati espositori da tutta Italia tra collezionisti di modernariato e vintage, artigiani, artisti, grafici e designer sono pronti per allestire le loro postazioni. Tutti con un comune denominatore: rigorosamente selezionati dallo staff di East Market, elemento che fin dall’inizio ha caratterizzato il market e ne è diventato un punto di forza. Le categorie merceologiche presenti sono prevalentemente vintage, collezionismo, modernariato, usato, pulci, design e artigianato. Gli oggetti più frequenti: abbigliamento e accessori, scarpe e borse, cd e dischi, mobili e complementi d'arredo, libri, fumetti, poster, riviste e stampe, elettronica, militaria, giochi e videogiochi, artigianato, riciclo e riuso, stranezze varie, piatti, porcellane e utensili e molto altro ancora.

Tra gli espositori della prossima edizione ci saranno Francesca Capri di Frida's View con una personale raccolta di vintage a 360 gradi. Alessandro Fiore, specializzato in vecchie locandine di film Anni ‘50 e ‘60 legati al mondo delle moto, affiancate ai poster dei concerti storici dell’epoca. Alessandro Trucci, invece, raccoglie oggettistica vintage, il suo fiore all'occhiello sono le vecchie macchine per scrivere e da East Market ne porterà una decina tra gli Anni '20 e gli Anni '60. Andrea Biagi da Forlì raccoglie e restaura vecchi oggetti in disuso, conferendogli nuova vita come fanali delle auto che diventano lampade, pezzi di motori che diventano orologi e molto altro.

Non mancherà il consueto East Market Diner, dove si troverà la caffetteria, la bakery, due bar e sei punti birra. Il menù internazionale con Hot Dog, Pulled Pork, Bun e Burritos oltre ai consueti Jerk Chicken, Burgers e molto altro. Nella parte esterna il food market con vari truck sempre con offerta di cucina internazionale senza dimenticare la cucina italiana e molte proposte per vegani, celiaci e kids, completati da numerosi punti birra.
Come da tradizione East Market si distingue per un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l'occhio alle nuove tendenze del fashion e della musica, con multiformi articoli e idee mai viste prima. DJ set con il meglio delle selezioni musicali del momento e del passato a cura di DJ Henry, e ancora East Market Shop, il corner dove è possibile acquistare il merchandise ufficiale di East Market tra magliette, tazze e gadget. 


Domenica 20 gennaio
dalle 10 alle 21
Via Mecenate, 84 – Milano
Ingresso Libero
Infoline 3920430853
 

Dad, what’s a little brother for?. Alla Loom Gallery di Milano la mostra di Pierre-Etienne Morelle.




A febbraio 2018 Nicola e Luca sono stati in studio a Berlino chiedendomi di preparare una mostra per l’inizio del nuovo anno. Abbiamo discusso l’idea di mostrare alcuni vecchi video come “Hier je me suisfait surprendre par la pluie e Défi n° 1”. Questo è stato per me il punto di partenza. Quando ho giratoquesti lavori, quasi 20 anni fa, stavo cercando di riprodurre qualche piccolo incidente della vita di tutti igiorni. Ora mi interessa la dualità tra la persona che ero e quello che sono oggi, così come mi interessaosservare le somiglianze o le differenze tra i miei due figli.
A metà del 2018 la mia vita si è movimentata ancor più perché stavo diventando padre per la seconda
volta. Stavo preparando me stesso e casa per l’arrivo di una nuova persona. Mi chiedevo come avrebbe cambiato le nostre abitudini familiari e quale sarebbe stata la reazione del primo nei confronti dell’altro.
Avevo in testa queste domande mentre mi preparavo alla mostra, così ho composto collegamenti tra diversi lavori in cui la caratteristica di una componente si applica all’altra e viceversa. La maggior partedegli elementi sono eseguiti per agire, in qualche modo, come contrappesi o come negativo di un altro. 




“Richard” and “Kenneth” sono due sculture nelle quali l’equilibrio delle forze e delle tensioni mantiene unite le sue componenti, come nella struttura del nostro corpo. Siamo in grado di stare in piedi a causa di una sinergia di muscoli e ossa, tra trazione continua e compressione discontinua. Questa è la connessione tra le mie performances passate, in cui testavo l’elasticità del mio corpo e dei miei materiali.




“Leopold” e “Gustave” sono i nomi dei miei figli e sono stati i primi lavori prodotti per questo progetto.
Mostrano che l’unione di due spazi simili genera un terzo spazio migliore. Le nuove opere della serie “Cracked” sono esposte in modo tale che sembra stiano crescendo una dall’altra. Propongono spazi che paiono essere stati tagliati attraverso legno e vetro con una lama molto forte e affilata, per permettere loro di espandersi sulla parete. Non incornicio un disegno o una fotografia ma pezzi di vetro rotto, che sono il risultato di test o incidenti in studio, perché sento che il supporto per esporre opere d’arte è già esso stesso un’opera d’arte.

La relazione tra i lavori esposti nella galleria mi fa pensare che la risposta alla domanda del titolo potrebbe semplicemente essere: giocare.

Pierre-Etienne Morelle

LOOM GALLERY


VIA MARSALA, 7
20121 MILANO IT
+39 02 8706 4323
ASK@LOOMGALLERY.COM

WWW.LOOMGALLERY.COM



Alla Libreria Vicolo Stretto di Catania la presentazione del libro: Onorata società di Cirino Cristaldi e Mirko Giacone. Dialogherà con gli autori Giampiero Gobbi.


Onorata società
di Cirino Cristaldi e Mirko Giacone
Presentazione libro: Giovedì 24 gennaio 2019 alle ore 19:30
Dialogherà con gli autori Giampiero Gobbi

Libreria Vicolo Stretto, Catania  


Uscito lo scorso novembre, Onorata Società è un romanzo, pubblicato da Bonfirraro editore, sui retroscena della vita politica, sulla scalata al potere, sui sotterfugi e sulle strategie che regolano questo ambiente, i suoi palazzi e i suoi frequentatori.
Gli autori, Cirino Cristaldi e Mirko Giacone, entrambi catanesi, incontreranno i loro lettori giovedì 24 gennaio, alle ore 19.30, presso la Libreria Vicolo Stretto di Catania in compagnia di Giampiero Gobbi.


Il vero potere, quello che può decidere le sorti dei governi e dei popoli, non è mai stato alla luce del sole... Esso è ben annidato dietro sfarzose quinte, dove tutto è manipolabile a seconda degli interessi di pochi eletti.”
Onorata società racconta la storia di Pierluca Aragonesi, ultimo di tre figli di una modesta famiglia dell’entroterra siciliano, che si allontana dalla campagna e dagli affetti, “tradendo” così le aspettative del padre, alla conquista dei sogni nel cassetto. Dopo gli studi universitari, nella capitale, tornerà nell’amata isola, ricco di esperienze e nuovi contatti illustri, per seguire la sua più vorace passione: la politica.
Le vicende sembrano scorrere così fluidamente, tra una nostalgica Agira, una fervente Palermo e una distante Roma, che perfino gli affetti più cari sembrano fare da contorno a una vita così intensa. Solo la morte, l’unica cosa che accomuna tutti senza distinzione alcuna, porterà il protagonista a un momento di riflessione intenso. Sono passati due lustri da quando Pier è diventato, a soli 26 anni, il più giovane sindaco di Agira. Adesso, da deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana, spera di rappresentare al meglio l’elettorato conducendo una sana politica, ma ben presto si renderà conto di come il sistema, che vorrebbe smantellare e combattere, sia riuscito a cambiarlo, logorandolo poco alla volta.
La politica deviata, quella dei sotterfugi, dei giochi di palazzo, delle strategie per soccombere i più deboli, dei compromessi e delle lobby, travolgerà il giovane Pierluca.
Un aspirante leader deve tener conto di tutte le componenti interne ed esterne al proprio partito, lo sa bene. Prima, Orazio Tortorici, l’eccentrico militante del Partito Popolare Italiano, poi il ricco e potente cavaliere Armando Giuffrida, sono solo alcuni dei personaggi che influenzeranno la sua vita privata, ma anche la sua scalata al potere, con ricchi colpi di scena.
Una scalata non certamente semplice. Mondanità, sesso, ambiguità, corruzione, mistero, intrighi di palazzo, segreti scottanti da custodire fino alla morte.
Un romanzo diretto che è pronto a emozionare e colpire l’attenzione del lettore.


---
AUTORE – CIRINO CRISTALDI (Catania, 1984)
Laureato in Lingue Straniere per la Comunicazione Internazionale. È giornalista e collabora con diverse testate, approfondendo le tematiche legate allo sviluppo del suo territorio. Da anni, inoltre, si occupa dell’organizzazione di festival culturali. La sua esperienza con la lettura inizia da bambino, con Incompreso di F. Montgomery, e prosegue da adulto, con una predilezione per opere letterarie di denuncia sociale. Le sue ultime letture spaziano da Vázquez Montalbán al Romanzo Criminale di M. De Cataldo. Onorata società è il suo terzo libro, dopo il thriller Ousmanne Olman - Il Predestinato e il saggio La mafia e i suoi stereotipi televisivi (Bonfirraro Editore, 2016).


AUTORE – MIRKO GIACONE (Catania, 1991)
Nato a Catania nel 1991, vive a Mascalucia. Laureato in Economia e Gestione delle Imprese Turistiche, si occupa di politica locale, organizzazione eventi e manifestazioni culturali. Appassionato di storia e misteri irrisolti, ama cercare tutti i retroscena e le tantissime trame oscure che si muovono in silenzio, alle spalle dei popoli. Onorata società rappresenta il suo vero e proprio debutto letterario e nasce da una profonda passione per la scrittura, ispirata dagli autori che più ama, tra cui spiccano Dan Brown e Carlos Ruiz Zafón.

DEEPLY. Alla galleria Patricia Armocida di Milano, la prima mostra personale in Italia di Ben Edmunds e Felix Treadwell, a cura di Tiziana Castelluzzo.


Ben Edmunds / Felix Treadwell
DEEPLY
 
Inaugurazione mercoledì 23 Gennaio 2019 ore 19  
Fino al 15 Marzo 2019


La galleria Patricia Armocida ha il piacere di annunciare Deeply, la prima mostra personale in Italia di Ben Edmunds e Felix Treadwell a cura di Tiziana Castelluzzo, inaugurazione mercoledì 23 Gennaio 2019 ore 19.
Per l’occasione saranno presentate sei opere di grandi dimensioni a tecnica mista su tela.

Ben Edmunds (Norwich, 1994, UK) è interessato alle confluenze tra astrazione e figurazione, tra pittura e grafica, tra creazione d’immagini e marketing. Nelle sue opere impiega un’ampia varietà di tecniche artistiche associate all’artigianato e alle arti applicate domestiche, come le tinture e il ricamo.
I suoi lavori sono ispirati da molteplici fonti: dagli scritti dei teorici del gioco Johan Huizinga e Roger Caillois dalla musica chill out della storica etichetta londinese Ministry of Sound, dall’astrazione post bellica americana, dalla grafica dell’attrezzatura sportiva e dalle attività del tempo libero che sono al centro del suo lavoro.
La ricerca artistica di Ben Edmunds rispecchia i due tempi di fruizione visiva del consumatore contemporaneo. Il movimento veloce e accelerato, rappresentato con cavi di shock e moschettoni su profili di tele sagomate, si contrappone al ritmo lento e contemplativo dei suoi dipinti che raffigurano spazi senza confini, nebbiosi e dagli allusivi richiami naturali. Ben Edmunds ricrea sottili strati di tintura su tele di cotone che mutano nel tempo diventando più profondi e ricchi al variare delle luci, delle atmosfere e degli stati d’animo.
Il lavoro di Felix Treadwell (Maidstone, 1992, UK), invita a una riflessione sull’impatto che la cultura di Internet sta avendo le nuove generazioni, modificandone le interazioni e le relazioni. L’identità con la quale i giovani si confrontano non è più solo fisica e reale ma virtuale e intangibile.
 Treadwell ritrae l’isolamento e la vulnerabilità degli adolescenti, in bilico tra insicurezza e conformità, rendendo concrete le paure in cui ciascun teenager si riconosce e ciascun genitore rivede i propri figli.
Il giovane artista inglese, nato e cresciuto durante l’ondata dei media giapponesi degli anni ‘90, abbraccia uno stile che riecheggia quello nipponico del dopoguerra, contrapponendo a figure ben caratterizzate e dal puro gusto giapponese kawaii (“carino” in giapponese), scenari fumettistici poco definiti, che suggeriscono allo spettatore una lettura più oscura e profonda.
Grazie all’utilizzo dell'aerografo, che conferisce morbidezza e fragilità ai suoi soggetti, Treadwell definisce una sorta di collage narrativo, creando una storia intorno ai suoi personaggi che compiono semplici azioni quotidiane.





sabato 15 dicembre 2018

"Il sapore cura L'umore”. Cena a orientamento Mindfulness accompagnati alla meditazione dallo psicoterapeuta Giuseppe Lissandrello.


 

Cena Mindfulness: mangiare bene consapevolmente

Lunedì 17 dicembre 2018 ore20:30

Pantalica Ranch
S.P. 28, Solarino-Fusco-Sortino, Siracusa

L'associazione socioculturale Sinergie Psicoetiche e l'agriturismo Pantalica Ranch propongono un evento enogastronomico all'interno del progetto: "Il sapore cura L'umore”. 
Sarà una cena a orientamento Mindfulness accompagnati alla meditazione dallo psicoterapeuta Giuseppe Lissandrello. 
Il tema è la consapevolezza e l'incontro di persone che desiderano interagire con le altre attraverso la presenza e l'attenzione sia al dialogo che all'ascolto. Privilegiando la riscoperta dei sapori tradizionali a km zero cucinati da uno chef (Virgilio Valenti) che rivisita in un’ottica “Agrigourmet” piatti contadini della nostra tradizione siciliana. 
La pratica mindfulness è una sorta di “meditazione che unisce la disciplina delle scienze cognitive alla meditazione orientale”. Insegna a porre attenzione al momento presente e a vivere pienamente ogni esperienza. Imparare a vivere “consapevoli” potrebbe aiutarci a vivere meglio, riducendo lo stress che caratterizza i tempi moderni. 
La Mindfulness Eating si occupa in particolare dell’alimentazione, per imparare a gestire bene il cibo e il momento del pasto; si impara a percepire la reale sensazione di fame e di sazietà, a mangiare con consapevolezza, apprezzando ogni boccone, ponendo attenzione ai sapori, ai profumi, ai colori e alle consistenze delle pietanze: un percorso verso una perfetta armonia con il cibo e con il proprio corpo.

Menù
Overture
Polpetta di pane raffermo e ricotta su macco di fave
Zuppa di finocchietto al lardo dei Nebrodi e crostini di pane di grano castiglione alla nepetella
Tortino di borraggine, "sinapa", "cardeda", cicoria, ortiche e malva su crema di cavolfiore allo zafferano degli Iblei e fonduta di caciocavallo ragusano d.o.p. 

Primo
Cavateddi fatti in casa mantecati alla borraggine e carciofo violetto di Ramacca al profumo di arancia
Secondi
Salsiccia di suino dei nebrodi cotta in tegame
Cuturro su polentina di broccoli

Dessert
Tortino di cuturro al miele di timo e nepetella ricotta limonata su letto di salsa di fichi d’india e cotto di carrube 
Torroncino e giuggiulena mandorla di Noto 

Vino acqua e moscato 
Euro 25,00
 *Gradita la prenotazione
al numero 347 958 7858


giovedì 13 dicembre 2018

NEW GENERATION 2018. A Cortona il progetto artistico a cura di Andrea Baffoni e Massimo Magurano che coinvolge 26 luoghi espositivi e 29 artisti.


ART ADOPTION NEW GENERATION 2018
VIVI
a cura di Andrea Baffoni e Massimo Magurano

Inaugurazione domenica 16 dicembre 2018

Cortona Centro Storico
16 dicembre 2018 – 10 gennaio 2019


Per il terzo anno l’Associazione culturale Art Adoption, sotto la direzione di Massimo Magurano, presenta e inaugura a Cortona domenica 16 dicembre 2018 il progetto artistico New Generation a cura di Andrea Baffoni e Massimo Magurano. 
L’evento, patrocinato dal Comune di Cortona, avrà luogo nel centro storico della città e vedrà il coinvolgimento di 26 luoghi espositivi, spazi pubblici e privati e attività commerciali, con i quali selezionati 29 artisti interagiranno in un dialogo fluido, tracciando un percorso espositivo in linea con la tematica indicata. L’edizione di quest’anno, sviluppando un iter eterogeneo nei linguaggi visivi proposti, focalizza la New Generation sulla ricerca scultorea e sulle grandi installazioni collocate nei punti storici della città, piazze e spazi pubblici in connessione con il tema e titolo VIVI, fil rouge dell’intero progetto espositivo proposto dall’Associazione Art Adoption.VIVI, affermazione e, al contempo, monito a una volontà di presenza energica e re-attiva in cui l’arte e, nello specifico, la scultura fungono da fondamentali medium di senso alto e altro.
Una terza edizione New Generation by Art Adoption che è senz’altro riconferma della passione e grande volontà del suo Direttore artistico, Massimo Magurano, ma anche della voluta e attiva partecipazione di un pubblico che cresce, ogni anno sempre più presente, attento ed esperto; giovani curatori, collezionisti, operatori di settore ma, anche semplici curiosi e appassionati che scoprono, vivono e incontrano il territorio e l’arte in una modalità aperta e condivisa, relazionandosi e riflettendo sul valore determinate dell’opera d’arte nel processo evolutivo umano. Difatti, perseguendo tale obiettivo, Art Adoption si attiva con tenacia e sostiene la ricerca artistica, credendo fortemente nella promozione di talenti e nella valorizzazione dell’Arte attraverso modalità espositive alternative tese a connettere sempre il territorio e la comunità in una relazione partecipat(t)iva. Ripensare, di volta in volta, gli spazi, i percorsi e, soprattutto, dialogare con gli artisti, vere voci d’ingegno e attori di trasformazione; questo e altro ancora è il progetto Art Adoption, questa la New Generation. Un articolato ‘disegno’ che si muove e sviluppa interessanti stimoli che conducono a nuove possibilità e prospettive conoscitive cosicché, nel rapporto con l’Arte, si possa vivamente riscoprire un senso visivo interno coinvolgendo una collettività presente e ogni volta più nutrita, rendendola e rendendoci consapevolmente VIVI. 
ARTISTI: Anna Stella Zucconi, Generoso Spagnuolo, Vezio Moriconi, Gabriele Novani, Qwerty, Beppe Borella, Marco Puca, Paolo Mezzadri, Andrea Bartolucci, Simone Piccini, Alessandro Marrone, Mary Pola, Consuelo Zatta, Francesca Pieraccini, Roberto Ghezzi, David Pompili, Stefano Di Giusto, Filippo Moroni, Alessandra Federici, Daniele Castagnetti, Roberto Tramontano, Massimiliano Poggioni, Andrea Clementi, Roberta Busato, Alessio Cinaglia, Noemi Belfiore, Maurizio Rapiti, Negro, Auro e Celso Ceccobelli.


ART ADOPTION NEW GENERATION 2018 – VIVI
A cura di Andrea Baffoni e Massimo Magurano
Cortona Centro Storico
16 dicembre 2018 - 10 gennaio 2019
Inaugurazione: domenica 16 dicembre 2018 ore 11:00
Direzione Artistica Art Adoption - Massimo Magurano

Main Point Art Adoption 
Palazzo Vagnucci, via Nazionale 42 - Cortona

Associazione Culturale Art Adoption
via Nazionale, 63 
52044 - Cortona (Ar)